Chat Blockchain Connect Fireside: Ripple CEO parla di soluzioni di ripple per i pagamenti globali

È stato facile percepire l’energia e l’entusiasmo del San Francisco Palace of Fine Arts Theatre quando una massiccia folla di appassionati di blockchain si è riversata nella Blockchain Connect Conference del 2018 , costringendola a raggiungere rapidamente la capacità . La conferenza annuale – che si rivolge a blockchain scienziati, sviluppatori, investitori e altre parti interessate – è stata ricca di oltre 1.500 persone provenienti da tutto il mondo.

La conferenza con sede a San Francisco ha avuto diverse discussioni, conversazioni sul fuoco e note chiave che hanno riguardato lo sviluppo e la direzione più ampi della blockchain, ma anche la crescita della tecnologia. Durante una delle discussioni chiave, il CEO di Ripple, Brad Garlinghouse, è stato raggiunto sul palco da David Bailey, CEO di BTC Media, e Po.et per una chiacchierata con il caminetto su “Enterprise Blockchain Solutions for Global Payments”.

Durante la conferenza, Garlinghouse ha discusso i punti dolenti dell’invio di pagamenti transfrontalieri, l’adozione dell’XRP da parte delle istituzioni finanziarie e il modo in cui Ripple utilizzerà le sue soluzioni per modernizzare i sistemi di pagamento. Per sottolineare ulteriormente il problema dei pagamenti transfrontalieri, Garlinghouse ha offerto questo esempio:

“Se tu e io decidiamo di voler spedire 10.000 sterline a Londra oggi, la cosa più efficace da fare in termini di velocità è comprare un biglietto aereo per l’OFS e farlo volare lì.”

“Questa è una dichiarazione piuttosto folle in un mondo in cui è possibile riprodurre video dalla stazione spaziale, ma non è possibile spostare i propri soldi dal punto A al punto B. La visione di Ripple è come possiamo sfruttare la tecnologia oggi disponibile per accelerare drammaticamente la natura di come avvengono le transazioni e i pagamenti “, ha continuato.

Garlinghouse ha continuato a spiegare come l’Open Source Interledger Protocol (ILP) alimenta le soluzioni di Ripple e funziona in modo simile a diversi router che utilizzano il protocollo TCP IP, il protocollo di comunicazione universale che collega i diversi sistemi di Internet. Ha affermato che la convinzione di Ripple nella capacità di ILP di collegare diversi registri contrasta anche con l’idea di alcuni nel settore che la tecnologia blockchain produrrebbe un unico libro mastro per sostituire e “governare” tutti i registri.

“E quelli che dicono, ‘hey tutto sta per essere su un unico registro, forse il blockcoin bitcoin’ – non pensiamo che questo succederà”, ha detto Garlinghouse. “Invece pensiamo a collegare i registri in tempo reale [e] all’interoperabilità tra i registri. Quindi, se Cisco sta costruendo router su TCP IP, la tecnologia di Ripple sta costruendo router e connessioni a ILP. ”

La capacità di consentire ai diversi registri di diverse banche di comunicare e regolare immediatamente gli account utilizzando ILP è il componente principale di RippleNet e delle soluzioni xCurrent e xVia .

Garlinghouse ha anche discusso di come XRP viene utilizzato dalla soluzione di Ripple, xRapid , per eliminare la necessità di conti internazionali internazionali.

“Ci sono trilioni e trilioni di capitale dormiente in questi conti prefinanziati in tutto il mondo. Quando decido di lavorare con te, metterei dei chili in banca e metteresti pesos nella mia banca e poi useremmo un sistema di regolamento in tempo reale migliore. Ma cosa succede se non dovessi pre-finanziare quei trilioni di dollari in tutto il mondo. Pensa a quanto potrebbe essere più efficiente il capitale. Pensiamo che sia un importante passo avanti “.

Garlinghouse ha anche parlato della recente copertura che le banche globali semplicemente non vogliono usare XRP o qualsiasi altra risorsa digitale. Piuttosto che ignorare l’accusa, ha usato un’analogia dalla sua esperienza ventennale come dirigente nella Silicon Valley.

“Circa 20 anni fa mi sono seduto in una stanza con Randall Stevenson che ora è il CEO di AT & T e io ero l’amministratore delegato di una società VOIP chiamata DialPad”, ha raccontato Garlinghouse. “Randall Stevenson mi ha detto, ‘AT & T non userà mai IP per la voce.’ Ho pensato, ‘va bene ci sono molte cose per la periferia che possiamo risolvere ..’ Ma, ora, l’intera rete AT & T è IP. Quindi quando sento che le persone dicono che le banche non useranno le risorse digitali, io [ricordo] Randall Stevenson che afferma che AT & T non utilizzerà mai l’IP. Una banca utilizzerà un prodotto che li aiuta a fornire un prodotto migliore ai propri clienti se riduce i loro costi e risolve un problema reale “.

Per ulteriori informazioni, visita la pagina delle soluzioni di Ripple .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *