Facebook e Instagram hanno bandito la pubblicità criptata e ICO

Secondo le nuove regole per la pubblicità del più grande social network Facebook, gli utenti non saranno più in grado di pubblicizzare ICO e cripto-valuta, incluso bitcoin. 

Come affermato nel messaggio , i due principi chiave della società in materia di pubblicità sono che le pubblicità devono essere affidabili e conquistare la fiducia delle persone. A questo proposito, note su Facebook, non c’è spazio per annunci fuorvianti o ingannevoli in questo social network.

“Abbiamo adottato una nuova politica che proibisce la pubblicità di prodotti e servizi finanziari, che sono spesso associati a attività fuorvianti o ingannevoli: opzioni binarie, offerte primarie di monete e valuta criptata” , afferma la dichiarazione.

La società ha aggiunto che desidera che gli utenti di Facebook apprendano nuovi prodotti e servizi senza timore di diventare vittime di truffatori. Allo stesso tempo, molte organizzazioni che si occupano delle attività sopra elencate non stanno agendo bene.

Vengono anche forniti esempi di pubblicità di tali strumenti finanziari:

  • Inizia subito a fare trading con le opzioni binarie e ottieni una garanzia commerciale di 10 anni senza rischi!
  • Fai clic qui per ulteriori informazioni sulla nostra valuta Crypto senza rischi, che ti consente di effettuare trasferimenti istantanei in tutto il mondo.
  • Nuovo ICO! Compra subito gettoni con uno sconto del 15%!
  • Usa i tuoi risparmi per la pensione per comprare bitcoin!

Si osserva inoltre che le nuove regole erano sufficientemente ampie da consentire all’azienda di avere maggiori opportunità di monitorare la pubblicità ingannevole. Inoltre, la nuova politica di Facebook si estende anche alle altre piattaforme, tra cui Audience Network e Instagram.

Ricordiamo, in precedenza ForkLog ha segnalato uno schema di phishing, attraverso il quale i truffatori stanno cercando di rubare i fondi criptovaluti degli utenti di Facebook. Tra i progetti, sotto l’apparenza di quali sono stati i truffatori, sono stati visti Waves Platform e Stellar.

È interessante notare che all’inizio di gennaio, l’amministratore delegato di Facebook Mark Zuckerberg si è detto interessato a studiare le tecnologie di crittografia e crittografia con l’obiettivo di una loro possibile integrazione nel più grande social network del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *